manichino sartoriale

Con questa …..”persona” alcune di noi passano molto tempo 🙂

e siamo sempre in cerca del manichino sartoriale migliore! La domanda che mi viene posta più spesso in assoluto è quella di consigliare un manichino per sartoria!

Quindi vediamo alcuni tipi dei busti sartoriali, per aiutarvi a prendere una decisione.

Prima di tutto sento di dirvi è che ogni sarta dovrebbe …no, sarebbe più corretto dire, che è più comodo per ogni sarta avere come minimo 2 busti diversi, uno regolabile e uno fisso di una taglia, se si lavora tanto almeno 2 busti di taglia fissa.

Secondo: il manichino deve essere proprio sartoriale, e non quello che si usa per vetrina, in quanto quello sartoriale ha dei parametri più precisi.

Busto sartoriale regolabile

Ci sono due tipi di busti regolabili – quello a sinistra si allarga e basta, ed è leggero,

altro invece si allarga sempre in base alla taglia impostata, e inoltre permette regolare seno, sia in altezza che in sporgenza, ha il braccio che è opzionale. Questo busto è molto pesante, il che fa comodo per lavoro, perchè è stabile.

Allora la domanda più comune è:                                                                                                   è perfetto per me manichino regolabile, che faccio capi su misura, perchè devo provare capi delle taglie diverse?

Risposta: No,

ovvero su misura non va bene, le taglie del busto sono standard, ma comunque anche taglia di questo manichino è un’po lontana dalla taglia standard della figura reale, questo manichino è comodo per fare varie prove, per vedere come cade la manica, collo, aspetto del modello in generale, si può anche pareggiare l’orlo, eseguire qualche lavoro manuale ecc. ma questo busto non può essere indicatore della prova della taglia. Punto.

Busto sartoriale della taglia fissa

Qui abbiamo una vasta scelta dei busti di marche diverse. I più diffusi sono Spur, Stockman, PGM  e altri, praticamente tutti questi busti hanno spalle pieghevole, e questo  sempre indicato sul busto “collapsible shoulder” – vuol dire che le spalle si piegano verso interno per permettere di indossare un modello con più facilità.

busto sartoriale

Tutti questi busti sono spillabili, hanno linea della vita ben evidenziata, e hanno una forma molto bella, davvero bella con la linea del fianco bella morbida, tutta via tra di loro c’è ne uno con postura migliore – manichini di marca Spur, se guardare di profilo hanno il busto più inclinato all’indietro, mentre molti altri sono un’po più dritti.

Normalmente su ogni busto indicata anche la taglia, essendo produttori esteri e americani, le taglie sono in scala diversa da quella europea.

Questi busti sono eccezionali per studio e per lavoro, e sopratutto per tecniche di moulage.

Un altro tipo di manichino sartoriale particolare è quello di  AlvaForm. Bellissimo, sembra davvero una figura reale, alcune forme di questi busti sono stati creati per biancheria intima, e altri per tutti altri capi di abbigliamento.

GAMMA DEI BUSTI ALVAFORM

AlvaForm produce praticamente tutte le forme che possono servire  – fino alla coscia con o senza gambe, con le gambe lunghe, con e senza braccia, e la parte superiore ed inferiore separatamente. Hanno tutta la comodità che si può immaginare, sono adatti per lavorazione di abiti, gonne, pantaloni, tute sportive e body per danza, biancheria intima per donna e per uomo.

BUSTI ALVAFORM

 

E poi ci sono busti sartoriali semplici, sono sempre sartoriali, corrispondo alle taglie standard ma hanno la forma un’po diversa, diciamo che sono un’po più piatti, hanno poca sporgenza nella zona pancia e glutei, non hanno le linee chiare della vita o seno, quelli bisogna segnarci con nastro adesivo per busti, oppure un elastico che sia sottile e di un colore chiaro.

 

LA SCELTA….

-Io credo che qui c’è poco da consigliare, perchè ogni sarta lo sa già cosa vuole, tutta via se sei principiante ma intendi intraprendere questa strada e lavorare ti conviene di acquistare il busto professionale da subito, è un investimento che vale la pena!

-Se invece cucito è il tuo hobby, al quale torni di tanto intanto, e cuci solo per te e famigliari, allora un busto semplice di una taglia fissa andrà benissimo. In questo caso anche uno regolabile se ti va di spendere.

-Se si ha una sartoria, o si sta per aprirla, allora un busto solo non basta, bisogna avere almeno due o anche tre busti di taglia fissa, e uno regolabile che fa sempre comodo.

-Se si lavora solo taglie grandi, allora ebbene avere busti delle taglie grandi, uno più grande e uno più piccolo.

Morale della favola è:  che qualsiasi busto vuoi avrete, (ad eccezione quelli della Alvaform) bisogna comunque adattarli un’po con cuscinetti, coppe e altro materiale per avvicinarli alla forma della cliente o la figura più realistica.

 

In atelier di alta moda si vedono spesso nelle foto che busti hanno le coppe per aumentare un’po il seno e ovatta sul giro vita e fianchi.

Nelle foto atelier Dior – nella prima foto indossata addirittura fodera imbottita e sono state alzate anche le spalle.

Nella seconda foto possiamo vedere il giro vita con ovatta, coppette per seno e si intravedono cuscinetti per glutei, sempre atelier Dior.

Questa foto invece ho trovato su internet e non era indicato atelier o marchio….

Quelli sono veri e propri trasformazioni delle taglie standard in quelle individuarli, bellissimi…

osservateli bene, si può notare che le figure create sono di diverse tipologie, con bacino più ampio e poco seno e viceversa, o con vita meno sottile e bacino magro ecc….

Cuscinetti professionali per creare forme del manichino, se vi interessa cliccando sulla foto si apre il sito del venditore. C’è anche braccio, ma con quello che costa… noi lo possiamo realizzare anche da noi 🙂


38 thoughts on “manichino sartoriale

  1. enza says:

    IRINA BUONGIORNO VORREI SAPERE QUANTO SI MODIFICA
    UN GIRO MANICA CAPISPALLA BISOGNIA ALZARE QUALCHE
    CENTIMETRO ANCHE ALLE SPALLE PER INSERIRE LA SPALLINA
    GRAZIE ENZA

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Enza buongiorno, spazio per la spallina viene aggiunto durante la costruzione, durante la modifica non viene più aggiunto, a meno che non riprendi tanto dalle spalle, a quel punto si, devi considerare anche la spallina.

  2. enza says:

    IRINA CARISSIMA BUON POMERIGGIO HO VISTO UN TUO
    VIDIO LA MANICA DOVE CE LA RIPRESA SOPRA AL COLMO
    DELLA MANICA DOVE SI FA UNA MOLEZZA CHE COSE RAPPRESENTA .NON SO SE MI SONO SPIEGATA GRAZIE
    ENZA

  3. enza says:

    IRINA BUONGIORNO SONO ENZA HO VISTO IL SITO CHE TU HAI
    PUBBLICATO SULLE MISURE SARTORIALE VORREI SAPERE
    CHE SIGNIFICA METTERE LA RIGA SOTTO IL BRACCIO SCUSAMI
    SE FACCIO QUESTA DOMANDA UN ABBRACCIO ENZA

  4. enza says:

    IRINA CARA QUANTO SI FA UN MODELLO DI UN CORPINO DEL DAVANTI VORREI SAPERE DA TE PER FARE VENNIRE UNA RIPRESA SOTTO IL SENO COME BISOGNIA PREDERE LE MISURE
    DAL GIRO MANICA FINO SOTTO AL SENO OPPURE LA META DELLA LUGHEZZA SENO GRAZIE ENZA

  5. enza says:

    GRAZIE IRINA SEMPRE BRAVA E DISPONIBILE STO FACENDO
    UN CORSO DI TAGLIO E CUCITO VORREI ACQUISTARE UN MANICCHINO ANCHE PERCHE IO CUCIO PER ME STESSA
    VORREI UN TUO SUGGGERIMENTO CIAO ENZA

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Enza ciao,
      Se cuci solo per te, ti consiglio un manichino fisso, della taglia che si avvicina alla tua, ma più piccolo, cosi puoi aggiungere le forme in base alle tue misure.

  6. Arianna says:

    Grazie di condividere tutte queste cose con noi, non ho un manichino per ora cucio per me e famiglia, ma chissà…? Comunque ho pensato a volte di comprarne uno, tutte cose molto interessanti quelle che ci spieghi!
    Grazie ancora Arianna.

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Arianna buongiorno, grazie 🙂
      Guarda anceh se cuci solo per te il manichino serve sempre, è un accessorio di sartoria come asse da stiro o macchina da cucire 🙂
      Il manichino serve per cotrollare il lavoro che hai eseguito, il taglio, come cade il modello, la manica, come sta il colleeto ecc.
      Ti consiglio di considerare la possibilità di acquistarne uno 😉 diventerai molto più felice “sartorialmente” parlando 🙂

    • Irina Karaman says:

      Enza ciao, cera uno schema nel sito, un disegnino…cerca nella pagina MODELLISTICA, nel menu a sinistra, son la lettera A tutti abiti…e trovi lo schema.
      Il fatto è che si può cucire in vari modi, puoi unire davanti con fodera e dietro con fodera, e poi inserire spalla nella spalla e cucire davanti con dietro.
      Oppure prima cuci davanti e dietro del dietroo, e davanti e dietro della fodera… e poi cusi fianchi. IN due parole difficie spiegare….

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Enza ciao!
      Quali libri intendi?…. se parli dei miei, io non faccio i libri.
      Se parli dei libri in generale quelli trovi online… fai ricerca e ordina, ci sono una marea 🙂

  7. enza says:

    CARISSIMA IRINA MI PUOI INDICARE DOVE POSSO TROVARE
    UN LIBRO DI TAGLIO E CUCITO DOVE CI SONO DEI MODELLI , DOVE POSSO CONTATARE
    PER TELEFONO ,OPPURE ALTRO GRAZIE ENZA
    PS ,ASPETTO UNA TUO RISPOSTA

  8. Polito serafina says:

    Bravissima Irina ho visto il video sulla modifica del manichino aggiungendo le rotondità,molto utile e chiaro ancora brava,io ho un manichino che mi è stato regalato x Natale regolabile ma è leggero x intenderci il primo nella lista quello rosso con le rotelle x allargare e stringere ,ma nn l’ho mai usato anzi vorrei cederlo,invece vorrei comperare uno professionale x il moulage.un abbraccio.ah senti volevo chiederti tu dove vivi? A Milano? Se fosse così mi farebbe piacere contattarti x alcuni vestiti che devo realizzare

  9. Alessia says:

    Ciao Irina, io da circa 4 anni ho un manichino base, e stavo pensando di acquistarne uno regolabile, secondo te faccio bene? grazie 🙂
    Alessia

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Allessia ciao!
      Ma non lo so se fai bene 🙂 ..ti serve?
      Bisogna vedere le tue esigenze, se lavori per clienti di varie tagle, ovviamente manichino regolabile fa comodo, anche se non è un corpo umano, ma fa comodo per controllalre modello in lavorazione, NON per fare prova della taglia 🙂 quella si prova sulla cliente. manichino non aiuta.

      se cuci solo per te allora non ti serve 🙂

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Ciao Michelangelo, scusa tardiva risposta!
      Guarda, quelli mi sembra on-line … non mi ricordo se sono inglesi o americani… prova a fare ricerca su google, perché c’è un sito che li vende.

  10. enza says:

    irina carissima posso cucire le maniche a una giacca su un manicchino
    ho visto il tuo vidio la prova di una giacca grazie enza buone vacanze

  11. enza says:

    IRINA DOVREI CAMBIARE L’ELASTICO SOTTO LA FODERA DEL
    MANICHINO PERCHE E LARGO UN TUO CONSIGLIO .
    HO PROVATO A VEDERE IL TUO VIDIO GRAZIE
    ENZA

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Enza, non ho capito bene la domanda?
      lento elastico che stringe sotto la fodera o la fodera tutta larga?
      Se la fodera larga, la devi cambiare quella.
      Nella sezione cucito c’è un tutorial come farlo!

  12. Maurizia Degli Antoni says:

    Ciao Irina,
    io ho appena comprato il mio primo manichino e ho preso quello rosso regolabile. Immediatamente mi si sono posti due dilemmi: posso imbottire anche questo manichino? Posso coprirlo con una fodera dopo averlo imbottito?
    Non appena ho iniziato ad usarlo ho subito avuto l’impressione che avrei dovuto prendere quello nero, se non uno taglia fissa… Ma ormai!
    Grazie Irina, sei sempre bravissima!

  13. enza says:

    irina cara perdonami non mi sono spiegata bene vorrei sapere
    le spalline mettere sul manicchino ti aiuta a vedere la forma
    bene ( ESEMPIO DI UNA GIACCA )———
    P.S poi vorrei sapere che tipo di spalline si possono mettere ———
    GRAZIE MILLE PERDONAMI DA COME SCRIVO CIAO UN BACIO
    ENZA———————

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Ma certo che aiutano, anzi, se fai una giacca/cappotto, o anche blusa con spalline, la provi sul manichino mettendo le stesse spalline, sempre, se no non vedi bene la spalla, non la vedi cosi come dovrebbe essere quando sarà messa spallina 🙂
      Tipo di spalline qualsiasi, classico da 1 cm, se invece spalle sono troppo scesi si può utilizzare anche quelle da 2 cm, importante che la linea della spalla del modello sia in linea con spessore sella spallina, cioè bisogna sempre considerarlo quando si fa il modello.

  14. enza says:

    io cio un manichino fino alla taglia 54 pero la taglia e piu grande
    vita 120 bacino 140 come modificare poi le spalline a che servono sul manichino
    scusatemi della domanda mi interessa ciao enza

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Ciao Enza!
      non ho capito bene la domanda? intendi come modificare le spalle?
      o come modificare fino alla taglia più grande…. ?
      se aumentare ancora oltre alla 54 sarà più difficile, ma non impossibile, perche in questo caso bisogna usare gomma piuma alta, e poi scolpire con forbici la forme, oppure alla fine comperare un busto proprio cosi, solo che ha il costo molto alto, ma se si cuce spesso…forse vale la pena.

  15. Alessio says:

    Bellissimo articolo!!!! Io ho quello nero regolabile e mi ci trovo benissimo, poi ho realizzato anche dei cuscinetti sagomando uno strato spesso di gommapiuma e poi li ho foderati, questi insieme alle spalline permettono di arrivare ad una forma molto simile al corpo, tutto grazie ai consigli di Irina!!!

  16. Claudia says:

    Ciao Irina, sempre interessanti i tuoi approfondimenti.
    Io uso il manichino che, in questa pagina, è rappresentato in rosso, mi trovo bene perché posso variare, anche di poco, tutte le larghezze, sicuramente realizzerò il braccio sartoriale che hai spiegato, così completo il manichino.
    Personalmente ritengo fondamentale l’uso del manichino per tutte quelle taglie che non sono più precise come la mia, io indosso capi di abbigliamento che vanno dalla tg 46 alla tg 50, dipende dalla marca.

    • Irina irina
      Irina irina says:

      Ciao Claudia, grazie per il tuo commento 🙂
      Anche io lavoro molto con quello regolabile, ma ho quello nero…
      Però adoro tantissimo quelli bianchi professionali <3 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *